Lettera Enciclica di Papa Francesco “Fratelli Tutti”,
lunedì 23 novembre alle ore 19:00
la presentazione in streaming per l’Arcidiocesi di Palermo

«Il cumulo opprimente di informazioni che ci inonda
non equivale a maggior saggezza.
La saggezza non si fabbrica con impazienti ricerche in internet
e non è una sommatoria di informazioni la cui veridicità non è assicurata.
In questo modo non si matura nell’incontro con la verità»
Dalla Lettera Enciclica Fratelli Tutti

 

Anche l’Arcidiocesi di Palermo offre un’occasione di conoscenza e approfondimento dell’ultima Lettera Enciclica di Papa Francesco “Fratelli Tutti”: lunedì 23 novembre alle 19:00 in diretta streaming sul canale YouTube e attraverso la pagina Facebook istituzionale, l’Arcivescovo Mons. Corrado Lorefice dialogherà con Padre Antonio Spadaro s.j., Direttore de “La Civiltà Cattolica”. Modererà l’incontro su piattaforma web Luigi Perollo, Direttore dell’Ufficio Diocesano per le Comunicazioni sociali – Ufficio Stampa dell’Arcidiocesi.
L’evento si inserisce nell’ambito del X Festival della Dottrina Sociale in collaborazione con la Consulta delle Aggregazioni Laicali, la Caritas Diocesana, il Servizio Diocesano per la Pastorale giovanile, l’Ufficio per la Pastorale sociale del Lavoro e l’Istituto di formazione politica “Pedro Arrupe”.
La diretta streaming sarà curata dall’Ufficio Servizi informatici dell’Arcidiocesi di Palermo.

La nuova edizione del Messale Romano: tutte le novità a cura dell'Ufficio Liturgico Diocesano.

Ultime News

Migranti morti in mare, appello dell’Arcivescovo Mons. Corrado Lorefice: “Con la morte di Joseph abbiamo visto morire il futuro: siamo chiamati alla sfida di una nuova umanità”

«La morte di un bambino ci dice che sta morendo il futuro, che stiamo uccidendo il futuro. È questo il motivo per cui quella piccola bara bianca accolta dal cimitero di Lampedusa fa sentire interpellate le nostre coscienze, la coscienza di ogni uomo, nessuno escluso». In un momento in cui il dramma delle migrazioni tra le due sponde del Mediterraneo sembra scomparso dalle cronache, salvo essere riproposto in occasione di nuovi lutti, l’Arcivescovo di Palermo Mons. Corrado Lorefice interviene duramente a seguito del naufragio dello scorso 11 novembre, in cui com’è noto sono morti il piccolo Joseph, di appena sei mesi, e altre cinque persone: «Tra loro, la mamma di un altro bambino, il piccolo Bangaly, di soli sei anni: il silenzio straziante di questo piccolo orfano trascinato in salvo dai soccorritori, al pari delle urla raggelanti della madre di Joseph, ci portano l’eco di quella promessa infranta di futuro. E ci ricordano tragicamente che dietro ogni corpo disperso nel cimitero del Mediterraneo c’è la storia di un uomo uguale a noi, c’è il destino di una vita che è un dono di Dio, un destino identico a quello che ognuno di noi sente il diritto di chiedere per sé… leggi tutto...

Il nostro sito è momentaneamente non consultabile in tutte le sue sezioni per difficoltà della server farm della CEI. Aggiorneremo appena possibile tutti i contenuti e le sezioni e ci scusiamo fin da adesso per l'inevitabile disagio.